Vigilanza non armata

Lavora con noi

commerciale@dmsecuritymanagement.com

+39 035 0267595

dmsecuritymanagement-logo
dmsecuritymanagement-logo

DM Security Management è una società leader nel campo della sicurezza e offre una vasta gamma di servizi per tutti gli esercizi pubblici e privati che ricercano personale per servizi di accoglienza, portierato, vigilanza e guardiania. AGENZIA INVESTIGATIVA INVESTIGATORE PRIVATO BERGAMO AGENZIA IVESTIGATIVA BERGAMO INFEDELTÀ CONIUGALE
 

DM Security Management è una società leader nel campo della sicurezza e offre una vasta gamma di servizi per tutti gli esercizi pubblici e privati che ricercano personale per servizi di accoglienza, portierato, vigilanza e guardiania. AGENZIA INVESTIGATIVA INVESTIGATORE PRIVATO BERGAMO AGENZIA IVESTIGATIVA BERGAMO INFEDELTÀ CONIUGALE
 

dmsecuritymanagement-logo
svg-incollato-651325x400fdjdfku-removebg-preview

​CONTATTI

MENU

​CONTATTI

MENU

IL NOSTRO BLOG

Via Italia 17 

24068 Seriate (Bergamo)


Tel +39 035 0267595

Fax +39 035 0663130

info@dmsecuritymanagement.com

Via Italia 17 

24068 Seriate (Bergamo)


Tel +39 035 0267595

Fax +39 035 0663130

info@dmsecuritymanagement.com

GARANZIA - ORDINI - RESI

PAGAMENTI - SPEDIZIONI

DIRITTO DI RECESSO

CONDIZIONI DI VENDITA

Reato di usurpazione per l’addetto alla vigilanza che effettua una perquisizione

25-04-2021 00:32

DM Security Management

Servizi Fiduciari e Vigilanza Privata, Portierato, Guardiania, Vigilanza, Istituto di Vigilanza, Security, Servizi Fiduciari, Vigilanza Privata, Vigilanza non armata, lavoro portierato, gpg, antitaccheggio,

Reato di usurpazione per l’addetto alla vigilanza che effettua una perquisizione

Addetto alla vigilanza punito dalla Cassazione per aver perquisito dei ragazzi

La Cassazione con sentenza n. 14054 ha confermato la condanna per il reato di usurpazione della funzione pubblica, previsto dall’articolo 347 del Codice penale, a carico dell’addetto alla vigilanza impiegato presso un negozio Decatlhon, con mansioni di portiere e addetto alla vigilanza, per aver perquisito dei ragazzi sospettati di aver rubato dei prodotti.

 

Condanna inflitta per una perquisizione troppo scrupolosa alla ricerca del bottino, tanto da aver condotto nella toilette del negozio i sospettati e averli fatti spogliare, estendo la perquisizione fino alla biancheria intima.

Decisione che era costata all'imputato l’iniziale contestazione di violenza sessuale, riqualificata come violenza privata e che  la Corte d’Appello ha definitivamente derubricato in usurpazione di una funzione pubblica, in particolare “per le modalità odiose e prevaricatrici della condotta”.

 

La Cassazione ha ricordato inoltre che il compito di perquisire un individuo spetta unicamente alle autorità di pubblica sicurezza. Un addetto alla vigilanza non può arrestare una persona, tantomeno utilizzare mezzi coercitivi. Qualora si dovesse verificare un illecito, come ad esempio un furto, il vigilantes deve chiedere l’intervento dell’autorità pubblica. I vigilantes devono limitarsi a sorvegliare gli ingressi degli esercizi commerciali, con l’unica possibilità di bloccare chi non è munito di regolare scontrino.  L’impiego della forza è lecito soltanto in caso di legittima difesa o di arresto in flagranza di reato per un delitto perseguibile d’ufficio.


facebook
twitter
linkedin
instagram

facebook
twitter
linkedin
instagram

www.dmsecuritymanagement.com @ All Right Reserved 2020

www.dmsecuritymanagement.com @ All Right Reserved 2020

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY

Security

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Rimani aggiornato su tutte le novità e su tutti i servizi di DM Security Management

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder